Il Messaggero (P.Liguori) – È indispensabile andare avanti, stasera a Pescara, senza tener conto delle numerose voci di disturbo, senza perdere la concentrazione sull’obiettivo del secondo posto. Il Sassuolo ha risarcito indirettamente quanto avevamo perso con l’Atalanta: c’è l’occasione per tornare quattro punti davanti al Napoli, prima di un derby complicato e importantissimo. Se non ci fossero già da giorni tutte le analisi possibili e immaginabili sul futuro della Roma, la vittoria non sarebbe proibitiva,ma purtroppo in casa giallorossa il masochismo è padrone. «Facciamoci del male», diceva Nanni Moretti in un suo film e sembra aver ispirato l’ambiente della Roma.

E qui non parliamo di allenatore o giocatori, è la società alla ribalta. Riassumiamo: una proprietà straniera molto lontana, dall’America usa un consigliere (Baldini) che opera da Londra, che suggerisce un nuovo ds, bravo ma straniero (Monchi), con prevalenti ipotesi di assumere un allenatore straniero. Il risultato più probabile è che si dovrà cominciare da capo. L’opposto della Juve. Nonostante tutto, però la Roma ha la possibilità di vincere a Pescara e nel derby. Purché adotti e persegua una semplice parola d’ordine: non facciamoci del male.