Pagine Romaniste

Corriere dello Sport – Nico Lopez è il nuovo colpo della Roma

di Redazione

Sbagliato pensare che dopo il 31 agosto, chiusura sprint del merca­to giallorosso, Walter Sa­batini si sia chiuso in uno stanzino a fumarsi il fu­mabile in sigarette. No, il poliedrico ex dribblomane di fascia destra e ormai da tempo apprezzatissimo direttore sportivo, sta già la­vorando al mercato di gennaio, puntando ancora sui giovani. In questo caso giovanissimi.
COME UN RO­MANZO – Co­me talent scout il dies­se gialloros­so non si di­scute e così, tanto per rinverdire la sua fama, ha messo su un’operazio­ne decisa­mente com­plessa che dovrebbe portare con ogni proba­bilità e qualche cosa in più, Nicolas Lopez, detto Conejo, alla Roma nella prossima finestra di mer­cato. Chi è Lopez? Il miglior talento giovane ( 18 anni) dell’Uruguay, sparito da un paio di settimane dal suo paese, con i dirigenti del suo club, il Nacional del Montevideo, che lo hanno cercato per mari e per monti. Il ragazzo è sta­to segnalato in alcune cit­tà italiane, in vacanza con i genitori… In attesa di compiere i fatidici 18 an­ni, casualmente lo scorso primo ottobre, quattro giorni fa. Da quel momen­to in poi infatti, regola­menti internazionali alla mano, Lopez può decidere del suo futuro anche se il suo contratto al Nacional (500 euro al mese), propo­ne una clausola rescisso­ria da 1 milione di dollari. Il primo ottobre è passato e c’è da giurare che Lopez si sia promesso definitiva­mente ad una delle squa­dre italiane che lo cerca­vano, per l’appunto la Ro­ma, che sembra aver bat­tuto la concorrenza di Fio­rentina e Palermo. Paler­mo che aveva seguito il ragazzino già negli scorsi anni.
A GENNAIO – Nicolas Lopez è un trequartista dal gol facile, rappresentato da quel Betancourt che è an­che l’agente di Abel Her­nandez, che Sabatini por­tò, ancora giovanissimo al Palermo. L’operazione è molto simile, ma per anda­re definitivamente in por­to dovrà ora perfezionarsi con la trattativa finale con il Nacional, dove per la ve­rità sono abbastanza infu­riati per la « scappatella » italiana del loro talento. Ma il ragazzo ha deciso, vuole l’Italia, segnatamen­te la Roma, che potrebbe avere (dopo il primo otto­bre) già vincolato in qual­che modo il giocatore per il futuro. Insomma, se non sarà a gennaio, cosa molto probabile, sarà sicura­mente a giugno.
TENSIONE – Nei giorni scor­si la vicenda si era anche tinta di giallo, visto che in Uruguay, il Nacional ave­va perfino investito il mi­nistero degli interni per sapere che fine avesse fat­to il loro tesserato. Tensio­ne che dovrebbe spegner­si al ritorno imminente o già avvenuto in queste ore del ragazzo in Uruguay. La Roma ha lavorato a fa­ri spenti ed è certa di ave­re in pugno il ragazzo che non vede l’ora di raggiun­gere Totti e compagnia giallorossa.
Corriere dello Sport – Rinaldo Boccardelli