Cosa può chiedere la Primavera di Alberto De Rossi all’ultima gara di campionato in programma domani contro il Gubbio? Apparentemente niente, visto che la cavalcata in queste venticinque giornate è stata trionfale e anche l’aritmetica, grazie al 9-0 inflitto mercoledì al Crotone, ha confermato il primato giallorosso nel girone. Eppure rimangono altri due obiettivi che la squadra ha deciso di perseguire. Due obiettivi di prestigio.

OBIETTIVI – Uno è quello dell’imbattibilità che farebbe della Roma l’unica squadra dell’intero campionato a non aver mai perso nella stagione regolare. Un altro è quello dei 100 gol complessivi […]. Solo la Lazio con 92 reti all’attivo fin qui ha fatto meglio, ma la Roma sabato contro il Gubbio, nell’ultimo turno di campionato, cercherà di mettere la freccia e magari andare in tripla cifra. Quota 100 sembra lontana, ma nella gara di andata contro gli umbri ultimi della classe finì proprio sul 9-0.

VITTIME – Quella del 10 dicembre scorso è solo una delle tante goleade che hanno visto protagonista la Roma. E le vittime della furia degli attaccanti di De Rossi sono state molte: Bari e Lecce hanno preso 11 gol a testa tra andata e ritorno, l’Ascoli ne ha presi 7 nella gara di andata, mentre Napoli e Pescara si sono fermate a 6 reti subite in novanta minuti. Un po’ meglio è andata alla Nocerina che sia all’andata che al ritorno ha subito 4 reti giallorosse. Le uniche squadre ad aver limitato i danni contro i giallorossi sono la Lazio (unica uscita imbattuta dal doppio confronto con la Roma), la Reggina, il Palermo, il Catania e la Juve Stabia.

MARCATORI – Con le nove reti realizzate contro il Crotone il numero dei marcatori giallorossi è salito a 15, con Tallo re dei cannonieri con 16 reti, seguito da Lopez a 12.

Corriere dello Sport – Riccardo Loria (INFOPRESS)