Il Tornatora

Nesta: “Totti riesce ancora a giocare, tanto di cappello”

di Redazione

Alessandro Nesta, ex giocatore della Lazio, è stato intervistato dal Corriere dello Sport ed ha parlato anche di Totti. Queste le sue parole.

L’altro giorno ha detto “invidio Totti, io devo mettere il ghiaccio sul ginocchio”. Voleva continua a giocare?
«E’ vero, a 40 anni è dura, Francesco ancora riesce a giocare, tanto di cappello. Io avrei continuato sino a 70 anni, se avessi potuto. Il problema è che sono tutto rotto. La cosa più bella è stare dentro al campo. Allenare è bello, ma giocare ancora di più, è una figata. Non so se qualche mio collega pensa il contrario. Io per adesso penso sia meglio giocare e non so se cambierò idea».

Con Totti siete diventati meno rivali e più amici quando ha lasciato la Lazio?
«Ma no, anche prima lo eravamo, solo che con Francesco non ti potevi vedere, non potevo andarci a cena, per intenderci. Questo per la mentalità della città, forse non solo di Roma, ma per la mentalità italiana. Magari al Nord, in una città come Milano, succede meno perché hanno vinto di più, ma in generale c’è una mentalità diversa. In Italia non si accetta la sconfitta, non si è mai obiettivi, si divide, si cerca solo un colpevole».