Il Tornatora

Nainggolan: “Oggi è uscito fuori il carattere, non si è giocato bene ma ecco i tre punti”

di Redazione

4roma-milan-nainggolan-strootman-gol-esultanza9

Radja Nainggolan, centrocampista della Roma, è stato intervistato durante il post partita di Roma-Milan 1-0. Queste le sue parole:

NAINGGOLAN A MEDIASET

Vittoria sofferta…
Contano i tre punti, è uscito fuori il carattere, il Milan è una buona squadra. L’anno scorso queste partite non le avremmo mai vinte. Ci sono state partite in cui eravamo belle e non si vinceva, oggi non si è giocato bene ma ecco i tre punti, siamo sulla via buona e dobbiamo crederci.

Idolo della Curva?
Io faccio il mio dovere, se segno ben venga ma oggi godiamo perché abbiamo combattuto tutti. Sto cercando di fare del mio meglio, questo ruolo non è facile da coprire, ma penso che sto facendo il mio meglio e sto cercando di aiutare la squadra. L’importante è la vittoria.

Juventus?
Dobbiamo pensare a noi, dovremo combattere. Giocheremo per vincere, non so come finirà.

NAINGGOLAN A SKY

Cosa avete dimostrato in questa partita molto dura?
Sono partite che vogliamo giocare di più perché abbiamo dimostrato carattere, abbiamo dato tutto. Poi in difesa penso bene tranne l’azione del rigore. Ma fa parte del calcio ed è stato bravo il nostro portiere. Sono vittorie che fanno crescere ancora di più.

Vi sono similitudini con il derby?
Il derby è un’altra partita, sono altre emozioni. Oggi loro non erano male, erano messi bene in campo quindi ripeto noi abbiamo combattuto. A volte abbiamo giocato anche bene, soprattutto nel finale con gli spazi più ampi. L’importante è aver vinto, anche queste sono belle vittorie.

Ti senti nuovamente al top?
Io cerco sempre di esserlo. Poi a volte ci sono dei momenti che non si può stare bene tutto l’anno. Io ho dato il meglio lavorando al massimo. Siamo sulla buona via.

NAINGGOLAN A ROMA TV

Gol bellissimo ma importante.
L’importante sono i 3 punti, il gol è una bella cosa ma è fondamentale che oggi tutti abbiamo combattuto per lo stesso obiettivo e dobbiamo essere soddisfatti per la prestazione di squadra, oggi molto positiva. Anche non giocando il miglior calcio le partite sono fondamentali, in passato anche facendo benissimo non abbiamo vinto, quindi alla fine sono più importanti queste.

Avevate studiato col mister di essere più conservativi nel primo tempo per poi uscire nella ripresa?
No, l’aveva chiesto anche il primo tempo di fare la stessa cosa del secondo. Purtroppo non abbiamo fatto benissimo ma l’importante è aver dimostrato che stiamo crescendo sotto l’aspetto del combattere e quindi l’obiettivo è lì. Stiamo cercando di dare positività nei risultati e ci stiamo riuscendo.

Ora la Juve.
Andiamo per vincere perché è il nostro obiettivo, poi vedremo come va la partita. Sarebbe importante non perdere, andare la e fare una bella prestazione sarebbe la cosa più importante. Poi ripeto noi siamo una squadra che deve vincere e stiamo dimostrando cosa vogliamo.

Pronti per la battaglia di sabato?
Dobbiamo essere pronti, abbiamo preso 6 punti in due partite importanti lasciando due squadre dietro. Quindi bisogna andare li per accorciare davanti se no queste due partite si hanno avuto un senso ma quelli dietro ci possono riprendere. Ora dobbiamo dare continuità ai risultati e quindi andiamo a Torino per vincere.

Nel primo tempo ti marcavano quasi a uomo, nel gol sei stato bravo a sfruttare lo spazio concesso.
Si anche se il primo tempo ho avuto più o meno un’occasione simile che poi ho passato a Peres. Se fossi stato più egoista potevo tirare anche li, purtroppo non ci pensi sempre. Si cerca sempre di far la cosa giusta e a volte bisogna prendere altre decisioni. In quel momento ho visto che potevo fare solo quello ed è andata bene.