Il Tornatora

Mkhitaryan: “Emery mi aveva assicurato di credere in me, ma la Roma è stata molto più convincente”

di Redazione

Henrikh Mkhitaryan, trequartista della Roma, dopo ormai 2 mesi di stop è pronto al rientro. L’armeno ha rilasciato un’intervista al sito fourfourtwo.com sul rapporto con Emery ai tempi dell’Arsenal. Questa un’anticipazione delle sue parole:

Emery? Ha sempre prestato più attenzione alla tattica che al resto e il mio ruolo è cambiato. Prima giocavo da esterno offensivo, poi ho dovuto diventare un centrocampista difensivo. E’ per questo che non ho potuto contribuire con tanti gol o assist. Mi piace giocare più liberamente e spostarmi ovunque ci sia spazio, ma devi fare il lavoro che il mister chiede. A un certo punto non ho più accettato di restare in panchina a guardare gli altri: ho 30 anni e ho voglia di giocare. Conosco le mie qualità e cosa posso fare. Lui e il dt Sanllehi mi hanno assicurato di credere in me, ma la Roma è stata molto più convincente“.