Il Tornatora

Mancini, orgoglio azzurro. “Preoccupatevi di noi”

di Redazione

Diluvio di gol, il secondo nella storia azzurra (il 9-0 agli Usa alle Olimpiadi 1948). “Non so se adesso le grandi inizieranno a preoccuparsi dell’Italia ritrovata. La Francia per esempio è partita prima di noi nella ricostruzione. È vice campione d’Europa e campione del mondo. Però penso che in molti adesso preferiranno non incontrare l’Italia” commenta il c.t. Roberto Mancini. “L’abbiamo presa bene, sbloccandola subito. I “cambi” volevano far vedere che ci sono. Poi abbiamo continuato a fare gol e questo è positivo. Ma dobbiamo migliorarci. Sì, le abbiamo vinte tutto e questo è sempre difficile. Adesso concentriamoci subito sul lavoro da fare. Sarà difficile scegliere 23 giocatori: almeno 30 meritano l’Europeo“. Zaniolo merita un focus: “Lo abbiamo impiegato in due ruoli, per aiutarlo, essendo giovane. Nel primo tempo, nella posizione in cui lo impiega la Roma, da mezz’ala, ovvero come lo vedo io, nella ripresa. Mi pare possa fare entrambe le cose, lavorandoci. Avremo poco tempo? Diciamo che in questo momento dobbiamo pensare a quello che abbiamo“. Lo scrive il Corriere dello Sport.