Luigi Di Maio, deputato del MoVimento 5 Stelle, è stato intervistato sul progetto dello Stadio della Roma nel corso del programma Carta Bianca, in onda su Rai 3. Queste le sue dichiarazioni:

Lo stadio della Roma?
Abbiamo sempre detto che i tifosi della Roma e la squadra della Roma hanno diritto ad avere uno stadio a Roma e il progetto originale non ci piaceva. Tanto è vero che la giunta Raggi, che deciderà nei prossimi giorni, nelle prossime settimane, è al tavolo di trattativa con la società per cercare di trovare un progetto che rispetti i valori dei nostri programmi: consumo di suolo, pericolo di dissesto idrogeologico, cementificazione del territorio. Credo che una giunta debba fare questo quando eredita un progetto del passato. Il punto era che non c’era nel programma, era nelle delibere della passata amministrazione, quando eredita un progetto del passato deve cercare di portare avanti al massimo i propri valori, il proprio programma per far sì che quello che è stato scritto sia realizzato al meglio.

Lei è favorevole o contrario allo Stadio della Roma?
Io ho sempre detto che è giusto che ci sia uno stadio, però ricordiamoci che questo stadio è il 13% dell’intero progetto. Cioè dobbiamo immaginare uno stadio e altri sei stadi in cemento, però non sono stadio, sono altro. Su quello c’è grande dibattito. Noi oggi stiamo facendo una trattativa.