L’ultimo dei totem. La Roma e l’urgenza di riscoprire De Rossi

di Redazione

Per Daniele De Rossi, 34 anni in scadenza, sono stati interpellati i migliori medici e consultati gli aruspici per portarlo fino a questi ottavi col Porto. Ci ha scommesso sopra un ginocchio, magari il bisturi gli avrebbe garantito un futuro più sicuro, ma oggi non indosserebbe quella maglia. De Rossi è da football inglese, da fish and chips, catalizzante ed essenziale come Giggs, Gerrard o Lampard. Discretamente anticonformista, spigoloso, bandiera e tifoso, la continuazione di Totti non nel talento, ma nella passione. Lo scrive La Repubblica.