Lotito, esplode lo scandalo

La Gazzetta dello Sport (E. Esposito)Ennesima puntata, con colpo di scena, nel caso tamponi Lazio. L’elemento nuovo emerso nella giornata di ieri, è infatti la positività di tre giocatori biancocelesti. E la questione è particolare. Prima di tutto perché questa volta il club si è voluto affidare ad un laboratorio terzo: né Synla, né Diagnostica Futura, ma il Campus Biomedico, una delle strutture più note e autorevoli della Capitale. Qui sono stati esaminati alcuni giocatori tra quelli in questo momento fermi per questioni legate al Covid e in tre casi è emersa appunto la positività. Ieri mattina il gruppo squadra, come previsto dal protocollo Figc, aveva effettuato anche i tamponi molecolari a Formello, ancora con il laboratorio di Avellino. I risultati sono arrivati presto e la Lazio si è affrettata a far sapere che sono “tutti negativi” compresi quelli dei tre giocatori, probabilmente Immobile, Leiva e Strakosha. Di certo se uno dei tre casi fosse davvero Immobile, la posizione del club si aggraverebbe ulteriormente. Qui parliamo di un laboratorio di indubbia affidabilità che evidenzia una positività come già aveva fatto Synlab in due occasioni, il 26 ottobre e il 2 novembre, mentre i tamponi di Avellino erano risultati negativi il 30 e 31 ottobre, tanto che la Lazio aveva interrotto l’isolamento dell’attaccante portandolo a Torino, dove è entrato nella ripresa.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE

I più letti

CLASSIFICA SERIE A