Il Tornatora

Lopez: “La squadra ha fatto la partita che doveva fare. Non abbiamo portato punti perché avevamo una grande squadra davanti, ma ci abbiamo creduto fino alla fine”

di Redazione

Diego Lopez, tecnico del Cagliari, è stato intervistato durante il post partita di Cagliari-Roma 0-1. Queste le sue parole:

LOPEZ A MEDIASET

Grande applauso della Sardegna Arena…
La squadra ha fatto la partita che doveva fare. E’ vero che hanno giocato in Champions, ma hanno qualità e grandi giocatori. Abbiamo cambiato l’atteggiamento e ci vuole questo per fare queste partite. Manca poco e bisogna farlo fino alla fine. Non abbiamo portato punti perché avevamo una grande squadra davanti, ma ci abbiamo creduto fino alla fine. I ragazzi sono stati concentrati con la testa giusta.

Ha rivisto le decisioni dell’arbitro?
No, ho parlato coi ragazzi, era importante, per il resto non ho visto nulla.

Che tipo di scorie rimangono dopo una partita così?
Secondo me lascia cose positive. Certezze perché abbiamo affrontato una grande squadra, li abbiamo aggrediti e non li abbiamo fatti giocare. Ora arriva la Fiorentina e dobbiamo giocare con aggressività come oggi.

Come gestirete queste partite?
Siamo stati in ritiro ed abbiamo lavorato sulla testa. La squadra sta bene, corre ed è la cosa più importante. La settimana ci è servita tanto e dobbiamo puntare sul lavoro sul campo. Dopo una prestazione del genere pensiamo positivo per farne altre due così, anche se le squadre sono di livello. Guardiamo noi stessi, non lascerà niente di negativo questa partita per fare bene nei prossimi 180 minuti di campionato.

LOPEZ A SKY

Su chi fate la corsa per la salvezza?
Su noi stessi, non dimentichiamoci che nella scorsa partita abbiamo fatto una brutta prestazione nel primo tempo. Oggi la prestazione c’è, la squadra ha fatto la partita e la deve fare come fatto oggi, con un pizzico in più di fortuna. Sapevamo che avevamo una grande squadra davanti ma ci abbiamo creduto fino alla fine e questa è la cosa più importante per queste due partite che ci mancano.

Si aspettava di arrivare in questa situazione?
Questa è la realtà, poi quello che ti aspettavi o no passa in secondo piano., al realtà e il campo ci dicono questo. Sappiamo che dovevamo cercare di arrivare meglio ma siamo arrivati cosi, l’importante è che la squadra sta bene fisicamente e mentalmente per affrontare le ultime due partite e lo ha dimostrato. La partita è stata fatta in maniera giusta. Questo è quello che bisogna fare in queste due partite sapendo che abbiamo due squadre che sono forti e di altro livello, ma ci dobbiamo credere fino alla fine.

Oggi cosa vi è mancato?
Il gol. Abbiamo avuto due-tre possibilità chiare di far gol, nel momento in cui fai gol ti cambia la partita, soprattutto contro queste squadre e in queste condizioni.

Vi è mancata qualità negli ultimi 20-30 metri…
Quando mancano poche partite e sei in questa situazione diventa difficile far girare la palla e giocare come prima. Abbiamo fatto partite importanti e tecnicamente giocate meglio. Oggi la partita l’abbiamo giocata con tanta aggressività. Siamo andati a cercare rubar palla avanti, contro una squadra che sappiamo che ha qualità, ci abbiamo creduto fino alla fine e le occasioni le abbiamo avute. Ci è mancato qualche passaggio fatto meglio alla fine, che ci portava ad avere un’occasione in più, nel momento che fai una partita come questa contro una grande squadra e corri come hanno corso oggi i ragazzi, ti lascia cose positive in vista delle ultime due partite importanti e difficili come avremo, una in casa e in una con la Fiorentina.

L’errore di Farias…
Mi sono girato e non ho guardato più.Era un momento importante.

LOPEZ ALLA RAI

Fiducia nella salvezza?
Diventa difficile non pensare a salvarsi con queste prestazioni. Abbiamo ancora in mano il nostro destino perché anche le altre squadre hanno impegni difficili. Ci teniamo stretta la prestazioni di oggi, provando a ripeterla contro Fiorentina e Atalanta.