Il Tornatora

Liverpool-Roma, Lombardi assolto per Cox ma condannato per gli incidenti

di Redazione

Alla fine del processo, la difesa di Filippo Lombardi ha avuto ragione. Il tifoso è stato dichiarato non colpevole: non è stato quindi lui a colpire Sean Cox e ridurlo in fin di vita. Inizialmente le accuse verso di lui sembravano maggiori, ma nel corso dei giorni si ha avuto a che fare con quanto avevano ripreso le telecamere all’esterno di Anfield. Sarà in ogni caso costretto a rimanere in carcere per tre anni, poiché è stato condannato a tre anni di carcere perché partecipe agli scontri. Riguardo l’aggressione a Cox, l’attenzione si è spostata sul terzo tifoso giallorosso, chiamato N40. Nei suoi confronti sono state mosse le accuse che sembravano inchiodare Lombardi fino a qualche giorno fa. Lo scrive il Corriere della Sera.