Pagine Romaniste (dallo Stadio Olimpico F.Biafora) – Diego Godin, difensore dell’Atletico Madrid, questo pomeriggio ha parlato in conferenza stampa in vista della partita di Champions League di domani sera contro la Roma. Queste le sue parole:

Che cosa può portare Monchi al calcio italiano?
Non lo conosco personalmente, evidentemente ha fatto molto bene al Siviglia, è un ottimo professionista e penso possa fare bene. Ma non posso dire altro, non ho una conoscenza diretta.

Che importanza ha la partita di domani, anche a livello psicologico?
E’ una gara che affrontiamo con molto entusiasmo e molta voglia di fare bene. E’ la prima partita, è importante già di per sè. E’ una gara fondamentale, contro un avversario molto duro, la Roma, che è una serie candidata ad andare avanti nella competizione. Da parte nostra c’è entusiasmo per iniziare una nuova stagione nella massima competizione europea.

L’Atletico ha il girone più difficile della Champions? Come affrontate questa competizione dopo aver sfiorato la vittoria?
Se è il girone più difficile lo  dirà il tempo e il campo, a partire da domani. Il girone è complicato, con grandi squadre, tutte hanno buone possibilità di andare avanti. Noi l’affronteremo come sempre, cercando di dare il massimo, cercando di vincere. Da parte nostra c’è entusiasmo e voglia di far bene, abbiamo grandissima voglia di conquistare una Champions. Domani inizia una nuova pagina, inizia una strada molto lunga, che parte da domani. Sappiamo qual è la strada per andare avanti ma è  una competizione dove si procede un passo alla volta, vogliamo conquistare questo sogno.

Avete preso diversi gol di testa, domani ci sarà Dzeko, avete preparato qualcosa?
E’ vero, abbiamo incassato più gol del solito nel gioco aereo, abbiamo lavorato su questo aspetto. Dzeko è molto forte fisicamente, ma in generale tutta la Roma è molto fisica, non solo Dzeko. Abbiamo lavorato su questo per cercare di migliorarci perchè conosciamo il potenziale del nostro avversario.

Simeone è il miglior allenatore?
Per me no (ride, ndr). Credo assolutamente di sì, ce lo diciamo sempre anche tra di noi. Stimiamo tutti il mister, non è un mistero. Uno dei segreti dell’Atletico è credere in quello che facciamo e crediamo nel mister, in quello che ci dice e ci trasmette. Per vincere la Champions servono i migliori giocatori e il miglior allenatore e l’Atletico ha entrambe le cose. Abbiamo raggiunto risultati importanti ma vogliamo fare ancora di più e vincere una Champions, è il nostro sogno e non lo nascondiamo.