Corriere dello Sport (A. Ramazzotti) – Due strade per arrivare allo stesso obiettivo: portare al termine la stagione 2019/20, assegnando sul campo tutti i trofei. Anche se le date precise sono impossibili ancora da fissare, Uefa, Eca, Leghe Europee e Federazioni lavorano tutte insieme per cercare una soluzione comune. Le due ipotesi: calendario parallelo o a blocchi. Nel primo caso, le competizioni nazionali ed europee andrebbero a braccetto, come succede da sempre, con la ripresa a fine maggio o ad inizio giugno; gare ogni tre giorni e Champions League ed Europa League che si inserirebbero dalla seconda metà di giugno. L’alternativa è quella di concludere prima tutte le competizioni nazionali, entro agosto, per poi dare spazio alle coppe europee (resta in piedi l’ipotesi di terminare con Final Eight o Final Four).