Il Tornatora

Lazio e Roma, prove di forza. La Champions a portata delle romane, Fonseca dalle macerie ha creato il gruppo

di Redazione

Basta dire equilibrio per riconoscere la Roma: quello di Fonseca nella comunicazione e nel metodo di allenamento, quello della squadra nella partecipazione dentro lo spogliatoio e nel comportamento in campo. Il quarto posto è la sintesi del lavoro portato avanti dal portoghese che ha riqualificato tecnicamente, tatticamente e caratterialmente il gruppo che è pronto a diventare grande ed ha la personalità per affrontare qualsiasi esame. La prova di forza contro il Verona ha confermato la regolarità della Roma: 5 successi nelle ultime 6 partite di campionato con 14 punti in casa come in trasferta. Più 8 rispetto alla gestione Di Francesco cone 3 reti in meno subite e 2 in più realizzate. L’azione del gol di Kluivert è iniziata la scorsa settimana a Trigoria, quindi le conoscenze dei giocatori sono aumentate. Il dato sul possesso palla di domenica, 42,2% il più passo del campionato, mette in evidenza come l’allenatore abbia deciso di cambiare il proprio spartito. Non è l’unica vittoria ottenuta così, anche contro Sassuolo, Milan, Udinese e Napoli. Fonseca ha conquistato il gruppo con la chiarezza, niente bluff di parola e lo dimostrano le recenti esclusioni di Florenzi e Fazio: la priorità va alla Roma e mai al singolo. Spazio ai migliori del momento usando i panchinari quando e dove servono. Lo riporta Il Messaggero.