Il Tornatora

Lanzalone smentisce Raggi: “Lei mi ha chiamato qui”. Roma a rischio senza stadio

di Redazione

L’interrogatorio di Luca Lanzalone, numero uno di Acea e avvocato per l’affaire Stadio della Roma, ha sparigliato le carte: «Sono stato chiamato nella capitale dalla sindaca Virginia Raggi». Una versione che si scontra con quella della prima cittadina, che nella testimonianza fornita quasi contemporaneamente in procura ha invece spiegato che a suggerirle il nome del legale «sono stati Riccardo Fraccaro e Alfonso Bonafede». Domani gli eletti del M5s si riuniranno per decidere il da farsi, mentre oggi partirà il check sugli atti dell’iter. Urbanistica, trasporti, ambiente, patrimonio e lavori pubblici: sono cinque i dipartimenti che si occuperanno del check sul progetto di Tor di Valle. Lo riporta il quotidiano La Repubblica.