La Var non porta alla sufficienza Makkelie

di Redazione

Il primo intervento della Var stile Champions si registra a Roma ed è un silent check per un fallo di mano di Pepe al vertice dell’area del Porto: giusto non concedere il rigore. La conferma dalla stanza Var all’arbitro Makkelie però è arrivata un po’ in ritardo, ma si può comunque giustificare alla prima volta in Europa. Lo riporta Il Messaggero.