Il Tornatora

La Roma rinnovata: Dzeko sempre più leader, Zaniolo in grande crescita

di Redazione

Edin Dzeko, per festeggiare il rinnovo, ha regalato un po’ tutto il suo campionario, esponendo anche alcuni dei suoi colpi più preziosi: assist, sponde e gol, di cui uno buono e uno annullato giustamente per fuorigioco. La Roma ha vinto per 3-1 ad Arezzo con le reti nella ripresa di Perotti (su rigore), Dzeko Kluivert, subendo il temporaneo pareggio di Belloni, anche lui su calcio di rigore. Al netto della prestazione del bosniaco, gli spunti positivi arrivano anche dalle gare di Zaniolo e Under, bravi negli strappi, nell’attaccare gli spazi e nel rendersi spesso pericolosi. Insomma, alla fine i tre giallorossi freschi di rinnovo sono stati i migliori e forse non è neanche un caso. Quel che preoccupa un po’ è la tenuta difensiva, che in questo periodo estivo ha preso gol in 7 delle dieci amichevoli. Anche ieri la squadra di Fonseca ha vissuto di sbilanciamenti, l’equilibrio è ancora un’alchimia difficile da trovare.  Al di là dei meccanismi difensivi, ci sono anche le prestazioni individuali che lasciano un po’ di perplessità. Mancini ha sbagliato ancora partita (gli era successo anche con l’Athletic Bilbao) e anche lo stesso Fazio è sembrato spesso in difficoltà. L’impressione è che con le squadre che tendono a chiudersi la Roma sia destinata a faticare. Toccherà a Fonseca sistemare le cose nel migliore dei modi. Lo scrive La Gazzetta dello Sport.