Kolarov: “Dovremo giocare come contro il Barcellona, abbiamo dimostrato di essere a questo livello per la semifinale. Dobbiamo provare a vincere la Champions” – FOTO e VIDEO

di Redazione

Pagine Romaniste (da Liverpool F.Biafora) – Aleksandar Kolarov, difensore della Roma, questo pomeriggio ha parlato in conferenza stampa in vista della semifinale d’andata di Champions League contro il Liverpool. Queste le sue parole:

Ci sono similitudini con la gara col Barcellona?
Con loro abbiamo fatto una grande partita giocando tutti insieme, non eravamo solo concentrati su Messi. Domani dovremo fare allo stesso modo, giocando insieme possiamo fare grandi cose.

Che obiettivi ti eri messo in testa appena arrivato? Immaginavi questo cammino in Europa?
Non ho mai pensato a obiettivi, col mister cercavamo di vincere ogni partita possibile. Non siamo qua per caso, abbiamo dimostrato di essere a questo livello per la semifinale, sicuramente siamo pronti per fare due grandi partite. Domani non si deciderà niente, ci sarà anche la partita a Roma.

Hai avuto modo di parlare con qualche collega del Manchester per avere qualche consiglio su come fermare Salah?
Non credo che se fermiamo Salah o qualcun altro solamente vinciamo la gara. Hanno tanti giocatori, solo insieme possiamo far bene. Si deve stare attenti a tutti e non solo a un unico giocatore.

Questa Roma può vincere la Champions?
Se siamo arrivati qui dobbiamo provarci. Ora viene il bello ma anche il difficile, domani vediamo. Noi siamo meritatamente qui, c’è l’obbligo di provarci.

L’importanza nello spogliatoio di Totti?
Non ho avuto la fortuna di giocarci insieme, ma ovviamente Francesco è come un compagno di squadra. Sta tutti i giorni con noi, ci teniamo molto a lui. Adesso ha un ruolo diverso, personalmente non ci ho parlato sul Liverpool ma chiunque è andato da lui ha ricevuto solo consigli buoni.

Anfield mette timore o dà carica in più? Cosa può caricare i giocatori dentro lo spogliatoio?
La partita è una semifinale di Champions, avrà un’atmosfera speciale. Anfield è particolare su tutti i punti di vista, ma chiunque da bambino sognava di giocare queste gare. Loro domani avranno la carica dei tifosi ma come l’avremo noi tra 7 giorni. I giocatori sono tutti consapevoli di dove siamo, vedo che siamo tutti concentrati per quello che ci aspetta domani.