Karsdorp, Pastore, Marcano: il sussulto dei brutti anatroccoli

Una buona prestazione contro l’Entella non può essere una sentenza, ma è un segnale. Come scrive il Corriere dello Sport, nella notte di Coppa Italia di segnali positivi allora ne sono arrivati diversi da coloro che finora avevano quasi sempre deluso. Si prenda Karsdorp, che non giocava titolare da agosto e non faceva una partita intera da quasi due anni. Il terzino olandese si è dimostrato sempre a suo agio quando poteva spingere e ha dimostrato un’incoraggiante continuità di corsa nei 90 minuti. Discorso simile per Pastore, il quale aveva visto molto poco il campo finora ma che, nonostante la rete messa a segno, viaggia ancora a ritmi troppo bassi. Se basterà solo l’allenamento lo si vedrà tra qualche partita. Alla luce dell’investimento fatto meglio aspettarlo. Infine Marcano, che per svegliarsi aveva bisogno di entrare all’improvviso a seguito dell’uscita per infortunio di un compagno. Di sicuro non è sempre perfetto, ma nemmeno così scarso come era stato detto negli ultimi mesi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

I più letti

CLASSIFICA SERIE A