In tempi di social è giusto dire così: Dzeko ha messo il like all’Inter. L’ha messo e non è un mistero per nessuno dei protagonisti di questa storia, perché tra lui e la società nerazzurra c’è un po’ di più di una semplice stima a distanza. Non siamo al fidanzamento ufficiale solo perché i tempi non sono ancora maturi. Ma potrebbero esserlo presto, magari subito dopo Pasqua, dopo l’Inter-Roma di sabato 20 aprile che qualcosa di più – probabilmente qualcosa di definitivo – sulla corsa Champions lo dirà. A Dzeko piace l’ipotesi Inter. Con il club giallorosso non sta vivendo il migliore dei momenti, una cessione a fine stagione può rientrare nell’ordine delle cose, è un’eventualità che definire remota sarebbe sbagliato. Lo stipendio di Edin – 4,5 milioni netti più bonus – è alto ma rientra comunque nei parametri nerazzurri. Ed è chiaro che il contratto in scadenza nel 2020, che difficilmente sarà rinnovato, non fa che agevolare i piani dell’Inter, disposta ad offrire al centravanti un contratto triennale. Va trovata la valutazione corretta: l’Inter cerca un affare low cost, magari studiando l’inserimento di una contropartita tecnica. La Roma invece parte da una valutazione elevata per il centravanti, non lontana dai 30 milioni di euro per i quali si concluse la trattativa – poi sfumata – con il Chelsea nel gennaio 2018, 13 mesi fa. Insomma, c’è un pezzo di strada da fare per vedere Dzeko in nerazzurro. Lo riporta La Gazzetta dello Sport.