Il Tornatora

Il petrachismo: disciplina e rigore

di Redazione

E’ bastata una conferenza muscolare per accendere suggestioni. Si tratta di umore, stile, modus operandi. Un’idea comunque diversa. Gianluca Petrachi promette ventate di novità che i polmoni stanchi dei tifosi della Roma avevano bisogno di inspirare. Ereditando da Monchi la bacchetta di direttore sportivo ha promesso disciplina e rigore, in una pittoresca e involontaria rivisitazione del sergente Hartman di Full Metal Jacket. Ma soprattutto ha ispirato un processo di smantellamento del lavoro precedente, da bulldozer del mercato. Con i messaggi duri inviati a giocatori e giornalisti si è ritagliato una popolarità mai conosciuta negli anni al Torino. E si è anche meritato una sorta di simpatia epidermica da parte del popolo del web. Se poi sarà costruire una Roma migliore della precedente, prenderà anche gli applausi dei tifosi che pagano, cioè i frequentatori dello stadio. Lo riporta il Corriere dello Sport.