Il Tornatora

I colpi sono i rinnovi, la Roma regina del contro-mercato

di Redazione

La Roma è diventata regina di quello che si può chiamare “contro-mercato“: i colpi più importanti non sono acquisti, ma rinnovi contrattuali. Il più clamoroso è stato quello di Edin Dzeko, che sembrava destinato all’Inter di Antonio Conte. Il più importante in chiave futura è stato Nicolò Zaniolo, che Roberto Mancini ha definito “Il giocatore italiano più promettente”. Da non sottovalutare neanche l’accordo trovato con Cengiz Under, che sta trovando la sua completa realizzazione nel gioco offensivo di Paulo Fonseca. Il triangolo dei rinnovi ha riacceso un po’ di entusiasmo in città dopo gli addii di Totti e De Rossi. Quello di Dzeko è costato 5.5 milioni netti a stagione fino al 2022 e dai tifosi è stata percepita come una vittoria contro l’Inter. Zaniolo ha anche prolungato il suo contratto fino al 2024, con una partenza a 1,6 milioni netti più bonus, con adeguamenti per arrivare a 2 milioni. L’unica controindicazione è che per ora il mercato in entrata siede in panchina, unico titolare fisso il portiere Pau Lopez. Lo scrive il Corriere della Sera.