Il Tornatora

Higuain: “Sapevo che il gol prima o poi sarebbe arrivato. Szczesny non si aspettava il tiro immediato”

di Redazione

Gonzalo Higuain, attaccante della Juventus, è stato intervistato durante il post partita di Juventus-Roma 1-0. Queste le sue parole:

HIGUAIN A SKY

I gol ora iniziano ad essere tanti e importanti, sei soddisfatto?
Sono sempre stato tranquillo per questo. L’ho detto da quando sono arrivato alla Juve fino a pochi giorni fa quando mi dicevano che era in crisi. Sono sempre stato tranquillo. Io so che l’importante è aiutare la squadra. Sapevo che prima o poi il gol arrivava.

Sei più soddisfatto per la bellezza o per l’importanza del gol?
Poi vedere tutti i miei gol, vedrai che esulto sempre nello stesso modo. Quindi come ho detto prima sono sempre stato tranquillo. Con la calma e la fiducia il lavoro viene sempre ripagato. Adesso sono felice.

Come lo commenteresti il tuo gol?
Questa è stata una palla che mi da Sami e sapevo che De Rossi mi stava attaccato. La palla la volevo mandare sull’esterno per Lichtsteiner, poi è rimasta la e De Rossi ha perso l’equilibrio. Allora l’ho spostato un po’ e sono andato dentro. Manolas è andato a terra e poi ho deciso di calciare subito perché sapevo che Manolas e Rudger mi avrebbero chiuso e il pallone sarebbe andato fuori. E questo Szczensy non se l’aspettava.

La Juve ti ha preso per vincere la Champions League…
So che mi hanno preso per questa decisione e che avevano fiducia in me. So che la Champions è un desiderio ma vincere lo scudetto è lo stesso importante perché rimarrà nella storia per essere la prima squadra a vincerlo per sei volte consecutive. Poi la Champions non è come il campionato con 30 giornate, sono molte di meno. Bisogna avere più fortuna.

Senti la porta alle spalle. Senti prima i gol, questo è importante?
Si, penso che qualche volta giocare sapendo come difendono le squadre è un vantaggio. Sapevo che Manolas andava spesso a terra, infatti ci è andato, lo sapevo da prima che quando è al limite va sempre a terra e io con una finta l’ho passato e ho calciato subito altrimenti la palla avrebbe rimpallato sui loro difensori.

HIGUAIN A JUVENTUS TV

In questo gol c’è tutta la tua classe?
Felicissimo per il gol, per la partita della squadra. Ho lottato come un leone fino alla fine ad abbiamo portato a casa una partita fondamentale. Se non vincevamo, non giocando contro il Crotone, potevano andare sopra.

La cosa più difficile del gol?
Quando ho combattuto con De Rossi e lui è andato a terra ho visto subito Fazio fuori. Sapevo che Manolas sarebbe andato a terra e che dovevo tirare subito altrimenti andava fuori dallo specchio della porta.

Come l’ha vinta la Juventus?
Nella mentalità e nell’approccio alla gara. Noi abbiamo avuto 3,4 palle per segnare e non ricordo una azione da gol della Roma.

Primo trofeo con la Juventus a Doha?
Sarebbe bellissimo portare il primo titolo a casa. Abbiamo una settimana per recuperare.

HIGUAIN ALLA RAI

Sensazioni?
Sono felice per la vittoria, per avere 7 punti in un momento importante della stagione, ora dobbiamo preparare al meglio la gara si Doha. Era una gara difficile, sapevamo che sarebbe stata decisa dagli episodi e così è stato. Per 70 minuti abbiamo difeso da grande squadra e portato a casa il risultato. Il campionato non è chiuso, abbiamo un vantaggio importante, ancora manca tanto e dobbiamo continuare su questa squadra.

Cosa ti ha colpito della Juve?
La fame che hanno ancora di vincere, sono una squadra che da cinque anni di fila vincono il campionato ma hanno ancora una fame matta di vincere, mi dà voglia di continuare a vincere e fare bene. La Juve è una squadra fortissima sotto l’aspetto mentale.

Qualche gol in meno ma tutti decisivi?
Sono 3-4 gol in meno, ma non mi interessa, mi interessa continuare a vincere e giocare su questa strada.

Temi il Napoli o la Roma?
Il principale avversario della Juve è la Juve stessa. Se non vinciamo questo campionato sarà colpa nostra. Il Napoli si è ripreso, la Roma continuerà noi dobbiamo seguire questa linea.

Sul Napoli?
Mi hanno trattato in una maniera splendida, se mi vogliono credere bene, se non mi vogliono credere problemi loro, lo dirò fino alla fine che mi hanno fatto stare bene. E’ stata una scelta principalmente sportiva.