Giovane e internazionale: ecco l’identikit del nuovo ds

Corriere della Sera (L.Valdiserri) – Giovane, aziendalista ma di estrazione sportiva, capace ma non ingombrante, con un inglese fluente per potersi confrontare anche quotidianamente col presidente Friedkin. E’ questo l’identikit preciso del prossimo direttore sportivo della Roma. Il nome che si avvicina di più a questa descrizione è quello di Marcus Kroesche, artefice come dirigente di una doppia promozione dalla terza serie alla Bundesliga. Tali risultati hanno convinto Rangnick, altro nome accostato alla Roma nei mesi scorsi, a suggerirlo come suo successore al Lipsia. Così è stato ed ora è sotto contratto con la società tedesca, ma è attratto dalla possibilità di venire alla Roma. I prossimi giorni saranno decisivi. E’ un dirigente molto attento al bilancio. In estate il Lipsia ha ceduto Werner al Chelsea per 53 milioni di euro (clausola rescissoria). Ha ottenuto per un altro anno in prestito Angelino dal Manchester City, ha chiesto questa formula anche alla Roma per Schick prima di virare su Kluivert. Tra le scoperte ci sono Dani Olmo, Nkunku, più lo sviluppo del settore giovanile. Tutte queste caratteristiche piacciono a Friedkin.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE

I più letti

CLASSIFICA SERIE A