Pagine Romaniste (Dalla Ghelamco Arena L.Fantoni) – La Roma ha passato il turno di Europa League ma non c’è molto da sorridere per Fonseca. La prestazione ricalca molto quelle di questo inizio di 2020. Poco gioco, poche idee e un atteggiamento difensivo che non dovrebbe essere quello che chiede il mister portoghese. In un difesa che fa acqua, Smalling continua a dimostrare di essere l’unico impermeabile. Nel prossimo turno ci vorrà sicuramente una prestazione diversa per poter sperare di arrivare ai quarti.

ROMA

PAU LOPEZ: 6 A livello di parate non commette nessun errore ma con i piedi continua a mostrare i suoi limiti. La palla che dà nel primo tempo a Smalling è pericolosissima.

SPINAZZOLA: 4.5 Sembra svogliato. Perde spesso palla quando deve impostare e non è veloce nel cercare di riprenderla. Dalla sua parte il Gent attacca tantissimo e lui soffre in particolar modo le sgroppate di David e Castro-Montes. Colpevole insieme a Mancini del gol della squadra belga. Alla fine Fonseca lo sostituisce per sfinimento.

MANCINI: 5 Sbaglia in occasione del gol di David e rischia poco dopo di provocare il 2-1 non marcando lo stesso attaccante canadese. Per tutta la partita non sembra il miglior Mancini. Conferma il periodo di calo da inizio 2020.

SMALLING: 6 Meglio rispetto al compagno di reparto. Si fa trovare sempre pronto sui cross in area e sbaglia poco o nulla. In un periodo in cui la difesa della Roma fa acqua, lui è impermeabile.

KOLAROV: 6 Difensivamente è meno impegnato di Spinazzola ma se la cava meglio. In avanti si rende pericoloso al primo minuto con un tiro incrociato fuori di poco. In crescita.

VERETOUT: 6 Il suo compito di scalare a fare il terzino in fase di impostazione sembra non servire almeno fino a quando in campo c’è Spinazzola. La tattica di alzare l’esterno basso funziona meglio quando entra Santon. Si prende l’ammonizione che gli farà saltare l’andata degli ottavi ma era necessaria.

CRISTANTE: 5.5 Sbaglia troppi appoggi semplici. Nella ripresa perde un pallone sanguinoso nella metà campo avversaria che una squadra con più qualità offensiva avrebbe sicuramente trasformato in rete. La sua prestazione è decisamente migliorabile.

CARLES PEREZ: 5.5 Dopo l’exploit all’andata, lo spagnolo torna in versione esordio contro il Sassuolo e tocca pochissimi palloni. Mai nel vivo del gioco, non viene aiutato da Spinazzola ma sicuramente lui poteva fare di più.

MKHITARYAN: 7 Quando è in forma, e purtroppo lo è stato poche volte da inizio stagione, è di un’altra categoria. Si viene a prendere palla basso per costruire l’azione, ma riesce anche a dare gli strappi sulla trequarti avversaria. Da uno di questi nasce il gol di Kluivert.

KLUIVERT: 6.5 Si adegua al clima della serata e rimane freddissimo davanti a Kaminski rimettendo sui binari giusti una partita che poteva diventare complicatissima, più di quanto non sia già stata. Per il resto si vede poco. Buono un suo recupero a centrocampo.

DZEKO: 5.5 Con la Roma che costruisce poco in avanti è difficile per lui trovare palle giocabili. Ha un paio di occasioni ma entrambe con palloni sporchi e sui quali era difficile fare meglio.

SANTON (dal 66′): 6 Fa meglio di Spinazzola. Rischia quando scivola in copertura ma Odjidja-Ofoe lo grazia.

FAZIO (Dal 78′): S.V. Non impegnato dagli attaccanti avversari.

VILLAR (Dal 83′):S.V. Fa vedere qualche sprazzo di qualità nel poco tempo a disposizione.

ALL. FONSECA: 5.5 Della Roma coraggiosa e arrembante che aveva annunciato in conferenza si è visto poco. Questo atteggiamento in campionato non verrà sicuramente graziato come fatto dagli attaccanti del Gent.