Gasparri_ASR

Il Tempo (E.Menghi) – «A Roma sono tutti con Totti, non c’è nessuno nemmeno a cercarlo che sta con Spalletti». Ne è convinto il vicepresidente del Senato Maurizio Gasparri, che è il primo iscritto al «partito» del capitano, in virtù della sua fede romanista mai nascosta e piuttosto accesa. Più che con Spalletti, Gasparri ha da ridire con i piani alti della società giallorossa e lo fa con una nuova ode scritta appositamente dopo la partita di Bergamo e declamata ieri ai microfoni della trasmissione «Un giorno da pecora» su Radio2: «Dzeko è un caso umano. Totti arriva, lancia, segna, Dzeko fa una prova indegna. E che dire di Pallotta? Sembra sia ‘na scarpa rotta. Lui vuol fare fuori Totti, ma Pallotta ce li ha rotti. Ci teniamo il capitano e Pallotta lo cacciamo. Dzeko invece piano piano, nei Balcan lo rimandiamo». Gasparri, usando l’ironia, ha invitato il presidente e l’attaccante bosniaco a fare le valigie e andare via da Roma.