Friedkin, giro d’orizzonte

Dan ha già incaricato il figlio Ryan di iniziare i colloqui per scegliere chi inserire nei ruoli scoperti della Roma

di Redazione

Il Messaggero (U. Trani) – In attesa del closing di lunedì 17 agosto, Friedkin già lavora per la Roma che verrà. Il nuovo proprietario si muove in prima persona con i suoi collaboratori, ma soprattutto lancia nella nuova avventura il figlio Ryan. Se lo staff di fedelissimi si dedica ai conti, l’erede ha il compito di completare l’area tecnica, incompleta dopo il licenziamento di Petrachi. Ryan ha cominciato i colloqui con i manager internazionali, procuratori e non solo. Sta riflettendo se affidare il mercato a un dirigente italiano o alzare la posta, scegliendo all’estero. Non ha fretta, ma vuole farsi trovare pronto subito dopo il closing. Da giorni poi gira intorno alla panchina della Roma il nome di Pochettino. In tandem con lui, sarebbe stato proposto Planes, segretario tecnico e uomo mercato del Barcellona dal 2018. Insieme hanno lavorato in passato all’Espanyol. In pole per il ruolo di ds però rimane Paratici, con la tentazione De Rossi per la panchina.