Friedkin accelera, Allegri c’è

Il presidente vola col figlio a Montecarlo: cercasi ds. Intanto il tecnico dialoga col club. E Fonseca affronta la Juve da sfiduciato

di Redazione

Il Tempo (A. Austini) – I Friedkin, arrivati nel bel mezzo del calciomercato, vogliono recuperare il terreno perso e dare la loro impronta alla nuova Roma. Ieri, Dan e Ryan hanno lasciato la Capitale diretti a Montecarlo, la capitale europea del calciomercato. I texani stanno per ingaggiare due figure: un consigliere esperto di calcio italiano, che affiancherà Ryan, e un direttore sportivo. L’unico contatto certo c’è stato con Rangnick. Il suo eventuale arrivo, escluderebbe quello di un allenatore di spessore. Mai uno come Allegri accetterebbe di convivere con la figura di Rangnick, che vuole voce in capitolo su tutto. Per il momento però proprio l’ex tecnico della Juventus sta dialogando con la Roma, direttamente e indirettamente. Allegri accetterebbe una scommessa certamente rischiosa come la panchina romanista, considera la rosa una buona base, da migliorare con qualche innesto. Nel frattempo Fonseca è chiamato a preparare la sfida alla Juventus, tra mille incertezze, conscio di non avere più la piena fiducia della società e con una rosa incompleta. Il portoghese si giocherà la panchina tra domenica e la sfida all’Udinese, ma non è l’unico a rischiare dentro Trigoria. Insieme a lui, ad esempio, anche il dirigente plenipotenziario Guido Fienga.