Pagine Romaniste

Football Manager Ep.1 – Primi sei mesi di Roma: il derby è vinto. Percorso netto in Europa League

di Redazione

Pagine Romaniste (L.Fantoni)Dobbiamo restare tutti a casa. Questa è la regola principale da seguire. Evitare gli spostamenti superflui per contenere l’espansione del contagio. E cosa si può fare a casa? C’è chi legge, chi guarda serie tv a non finire, e chi magari si distrae con i videogiochi. Se ci fossero state le partite della nostra Roma tutti i tifosi giallorossi, ma gli amanti del calcio in generale, avrebbero avuto qualcosa con cui passare le giornate. Purtroppo però l’emergenza attuale non ci permetterà di vedere un pallone rotolare su un campo ancora per qualche tempo e allora ci dobbiamo arrangiare. Un anno fa avevamo provato a simulare 10 anni su Football Manager per vedere come se la sarebbe cavata la Roma (Qui il link per rileggerlo) ma quello che vogliamo creare adesso è più un racconto ad episodi. Ogni giorno ci porteremo avanti di 6 mesi (dal 1/7 al 1/1 e così via) e vedremo il percorso della Roma in questo capolavoro videoludico.

TRASFERIMENTI E PRECAMPIONATO – Fonseca è chiaro da subito: il 4231 è la strada e l’unica tattica percorribile. Considerando che in rosa ci sono già tutti i giocatori acquistati da Petrachi nella realtà (compresi i trasferimenti invernali), l’unica mossa che il direttore sportivo decide di fare è quella di cedere in prestito Juan Jesus al Feyenoord. Per il resto calma piatta. In Serie A gli unici movimenti degni di nota sono il passaggio di Lucas Leiva al Real Madrid per 13 milioni e l’arrivo del giovane Idrissi dall’AZ Alkmaar al Milan per 12 milioni. Il precampionato giallorosso inizia male con una sconfitta in amichevole contro il Valencia. Dopo il primo passo falso però arrivano un pareggio e 5 vittorie di cui quella molto prestigiosa contro l’Atletico Madrid con i gol di Dzeko e Kolarov.

SERIE A – Alla prima giornata l’avversario è il Sassuolo. 2-1 casalingo con i gol di Zaniolo e Under e la Roma inizia con i tre punti. Il cammino in campionato è più che discreto e arrivano anche vittorie importanti come quelle in trasferta nel derby (1-0 con gol di Cristante) e contro il Milan (3-1 Perotti, Veretout e Kalinic). Al 1 gennaio, giorno in cui si ferma questo primo episodio, la Roma è quinta in classifica, a 29 punti, ma già a -7 dall’Atalanta che è quarta. Da dimenticare le sconfitte casalinghe contro Spal e Genoa e quella esterna contro l’Udinese. La Juventus comanda la classifica con 6 punti di vantaggio sul Milan. Cristiano Ronaldo per ora comanda la classifica marcatori con 13 gol totali mentre il primo romanista è Dzeko con 7. Come nella realtà va male il Napoli che si trova solo all’ottavo posto ma che ha appena esonerato Gattuso per prendere Pochettino. Gli altri cambi di panchina si sono visti su quella della Sampdoria con Montella che ha preso il posto di Ranieri, quella del Genoa con Mazzarri messo al timone da Preziosi e quella del Parma dove si è seduto un ex Roma come Di Francesco.

EUROPA LEAGUE – Il sorteggio dei gironi di Europa League non è proprio morbidissimo con la Roma. Eintracht Francoforte, Utrecht e Maribor sono gli avversari. I giallorossi però vincono 5 partite su 6 e chiudono il raggruppamento al primo posto a 16 punti, seguiti dall’Eintracht a 12. Passa per prima anche la Lazio, l’unica altra italiana presente dopo l’eliminazione del Torino nei preliminari. Nessuna sorpresa negli altri gironi con tutte le big che riescono a passare il turno. Dalla Champions non scende nessuna squadra particolarmente insidiosa: la più forte è il Lipsia. Il sorteggio dei sedicesimi non è felicissimo con la squadra di Fonseca che pesca il CSKA Mosca e sarà costretta ad una fredda trasferta in Russia a metà febbraio. Appuntamento a domani con il finale di stagione e con le anticipazioni sul prossimo mercato estivo.