Fonseca: “Maradona? Un giorno triste per tutti. Ottimista per il recupero di Ibanez, Mancini e Smalling” – VIDEO

Paulo Fonseca, tecnico della Roma, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match con il Cluj. I giallorossi domani scenderanno in campo alle ore 21 per la gara di Europa League. Queste le parole del portoghese:

“Vorrei prima parlare di Maradona. Ho saputo la triste notizia, mi dispiace tanto. L’idolo di tutti noi nel calcio è morto. Mi dispiace tanto e penso sia un giorno triste per tutti gli amanti di calcio”.

Vista l’emergenza in difesa, chi tra Mancini, Ibanez, Smalling pensa possa avere una chance per Napoli?

Vediamo come saranno questi giorni, io sono ottimista con il recupero di questi tre giocatori. Vedremo dopo questa partita se possiamo contare su di loro.

Viste le tante assenze pensa di riproporre la difesa a 4?

Vediamo domani. Abbiamo la possibilità di giocare con due sistemi. Ma io non voglio cambiare molto e in questo momento abbiamo un solo centrale, Jesus, Cristante che può giocarci. Vediamo domani come sarà.

Secondo lei oggi la Roma è tra le squadre che giocano meglio in Italia?

Questa valutazione non la devo fare io. Penso che stiamo giocando molto bene e stiamo vincendo, quello che è più importante. Ma non devo farla io questa valutazione.

Come pensa di poter gestire le energie di Spinazzola nel ruolo?

Domani giocherà Calafiori e io sto pensando solo a domani. E’ vero che Spinazzola sta giocando sempre molto bene ma è vero che in questo momento è più importante gestire i giocatori. Domani giocherà un giovane su cui tutti noi abbiamo fiducia.

Crede che la Roma sia la favorita certa di domani?

Il favoritismo si trova in campo. Queste questioni non sono importanti, l’importante è quello che faremo in campo domani. Domani sarà difficile, Cluj in casa è una squadra difficile. Loro vogliono dimostrare che sono più forti di quanto dimostrato a Roma. Sarà una partita diversa e molto difficile per noi.

E’ preoccupato per i problemi che ha per i difensori centrali?

Si è normale esserlo quando non hai 5 centrali ma questo non può essere una scusa. Domani abbiamo una squadra pronta per affrontare una squadra forte e per lottare e vincere la partita. Non sono ammesse scuse sull’assenza di questi giocatori.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

I più letti

CLASSIFICA SERIE A