Fonseca: “Sono molto preoccupato per gli infortuni. Spero che arrivino un paio di giocatori” – VIDEO

Paulo Fonseca, allenatore della Roma, è stato intervistato durante il post-partita di Juventus-Roma 3-1. Queste le sue parole:

FONSECA A RAI SPORT

Perché si è visto il coraggio solo nella ripresa?
La prima volta che loro sono arrivati in porta hanno fatto gol e anche nella seconda.

Come ha inciso l’assenza di Dzeko?
Sappiamo che Dzeko è un giocatore molto importante per noi, ma il problema non è stato solo Kalinic. Tutti gli attaccanti hanno fatto una partita che potremmo fare molto meglio.

Oggi si è fermato Diawara. Quanto è preoccupato?
Sono molto preoccupato. Vediamo cos’ha Diawara, ma non abbiamo molti giocatori in questo momento. Speriamo che la situazione non sia grave e che possa giocare la prossima partita.

Da cosa dipendono le amnesie sui gol?
Loro hanno fatto i gol in contropiede. Questi giocatori come Ronaldo non sbagliano.

Cosa vi siete detti con Ronaldo?
Non voglio parlare di quello che ci siamo detti, ma ha parlato bene della nostra squadra.

La differenza l’hanno fatta gli attaccanti, ma non tanto per i gol. Higuain rincorreva i vostri calciatori. Non vedo la rabbia per aiutare la squadra…
E’ vero. Penso che tutti e tre gli attaccanti della Roma devono lavorare di più difensivamente. Oggi, specie nel primo tempo, non lo hanno fatto. Non mi piace questo atteggiamento. E’ vero che Kluivert, Under e Kalinic devono lavorare di più difensivamente.

Alla vigilia aveva detto che sarebbe stato importante non ripetere gli errori della partita a Roma. Come pensa di rimediare per il derby?
Sono due partite diverse. La Lazio non gioca così. Dobbiamo lavorare, per il momento, dove perdiamo palla perché abbiamo preso gol in contropiede. E’ l’aspetto su cui lavorare.

Linea difensiva ferma nel terzo gol…
Loro hanno fatto bene, questione di centimetri. Difendiamo così e loro hanno avuto merito in questa situazione.

Si aspetta qualcosa dal mercato?
Sì, speriamo che possiamo prendere uno-due giocatori perché abbiamo bisogno.

Cosa dovrà mettere la Roma nel derby?
Io devo dire che abbiamo fatto una buona partita fino agli ultimi 30 metri. La squadra deve pensare alla prossima e avere fiducia. La mia preoccupazione principale è recuperare i giocatori e lavorare per poter lottare con la Lazio.

FONSECA IN CONFERENZA STAMPA

Giocherebbe di nuovo la partita con la stessa formazione iniziale o con quella secondo tempo?
Con quella iniziale.

Sul mercato: qual è il ruolo in cui vuole un rinforzo?
Vediamo, il mercato è aperto.

La Roma è sparita dal campo con errori banali dopo il vantaggio di Ronaldo…
Abbiamo giocato bene fino agli ultimi trenta metri. La differenza con gli avversari sta nell’efficacia, la prima volta che la Juve è arrivata in porta ha fatto goal. Anche la seconda. Noi sbagliamo molto in questo momento quando abbiamo le opportunità.

Cristante e Kluivert sono pronti per giocare il derby?
Sono pronti.

Diawara?
Ha preso una botta al ginocchio, vediamo domani.

C’è un problema sulla fascia destra bassa…
In questo momento è un problema difensivo della squadra.

In cosa è stata più brava la Juve?
Difficile lottare con la qualità dei loro giocatori. Perché in efficacia rendono sempre al massimo. Difficile giocare contro di loro.

FONSECA A ROMA TV

Nel primo tempo blackout di 20 minuti…
La differenza sta nell’efficacia, noi per primi abbiamo avuto una palla gol con Kluivert e loro la prima volta che sono arrivati verso la nostra porta hanno fatto gol in contropiede. La seconda volta hanno fatto gol in contropiede. Non si può sbagliare così contro una squadra con una qualità individuale come la Juventus. Abbiamo sbagliato in questo momento ma dopo la Juve non ha creato situazioni offensive continuate. La squadra ha giocato bene fino agli ultimi trenta metri ma abbiamo sempre lo stesso problema negli ultimi trenta metri.

Si aspettava più determinazione?
Sì non abbiamo pressato bene il portatore di palla ed è stata una questione di centimetri poi. Il problema principale però è stato all’inizio, dove loro non hanno sbagliato.

Poca personalità o proposta tattica inefficace?
Penso che non sia una questione di personalità. Non vedo altre squadre giocare così contro la Juventus, obbligandola a difendere per molto tempo. Non molte squadre giocano così in questo stadio. È un problema di qualità, la verità è questa. La Juve ha più qualità individuale di noi, non è facile dirlo ma è la verità.

Secondo lei perché è mancata la qualità? Ne abbiamo parecchia, la squadra era intimorita?
No, non abbiamo avuto paura di giocare qui. Una squadra che ha paura di giocare qui gioca solo in difesa. Non abbiamo avuto questo tipo di atteggiamento, la squadra ha giocato come sempre, contro tutte le squadre. Abbiamo provato a pressare e avere la palla, sempre la stessa cosa. Ma abbiamo sbagliato tanto nell’ultima fase di gioco ed è una questione individuale, non collettiva. Se pensiamo bene a come abbiamo sbagliato è facile da capire che si tratta di una questione individuale.

C’è stata differenza nella fase di non possesso. È mancata cattiveria agonistica?
Sì, devo dire che non mi è piaciuta la fase difensiva, non siamo riusciti a pressare alto. Under, Kluivert e Kalinic devono lavorare di più su questa fase.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE

I più letti

CLASSIFICA SERIE A