Florenzi: “Siamo partiti col piede sbagliato, ma faremo il nostro cammino. Serviva più cinismo, eravamo imballati” – VIDEO

di Redazione

florenzi gol1

Alessandro Florenzi, terzino destro della Roma, ha parlato nel corso del post-partita della gara pareggiata 1-1 allo Stadio Bentegodi contro l’Hellas Verona. Queste le sue parole:

FLORENZI A MEDIASET

Partenza frenata?
Un piccolo intoppo, la prima gara è sempre importante, ma è importante anche non aver perso, è un campo difficile. Siamo partiti col piede sbagliato, ma faremo il nostro cammino.

Cosa correggere?
Niente di che, eravamo imballati, serviva un po’ di cinismo in più.

Vi siete avvicinati alla Juve…
Lo scontro diretto non esiste, esiste il cammino della Roma, dobbiamo fare il nostro cammino, senza pensare contro cui giochiamo, la Juve o il Vitinia. Bisogna cercare di mettere tutto in campo e continuare sulla nostra strada.

Vi sentite più forti?
Siamo riusciti a tenere tutti i più forti, abbiamo preso nuovi giocatori con grandi qualità, abbiamo un grande attacco.

FLORENZI A SKY

Una partita faticosa, un giudizio?
Un giudizio che con un po’ più di cattiveria e cinismo avremmo portato la partita in porto. Abbiamo dato tutto però, perché siamo usciti in fatica e abbiamo sudato la maglia. Conta il risultato ma anche quando hai dato. Potremo dire la nostra in campionato continuando così.

In cosa si può migliorare?
La brillantezza verrà, abbiamo fatto un grande carico quest’estate. Con la brillantezza e la qualità a centrocampo riusciremo a scardinare le difese. Quando si è in sei dietro è difficile, loro hanno cercato di contrastare la squadra più forte e ce l’hanno fatta. Potevamo portare la partita dalla nostra ma non ce l’abbiamo fatta.

Com’è la compatibilità del gruppo con Dzeko?
E’ un grande top player come Francesco (Totti, ndr). Sono diversi ma due grandi campioni, ci adattiamo a un gioco diverso che può mettere in difficoltà la squadra avversaria.

FLORENZI A ROMA TV

Complimenti per l’adattamento al ruolo. E il gol non manca…
Il gol è venuto dopo che abbiamo provato ad allargare il gioco e provare il tiro da fuori. Con un po’ di cinismo potevamo trovare il secondo. Abbiamo fatto una buona gara e dato tutto e questo è l’importante.

Risultato buono, prestazione discreta. Sentite le esigenze della piazza?
Reazione importante, da grande squadra. Non abbiamo mollato e fatto pressing alto per cercare di andare a prendere la vittoria. Dobbiamo renderci conto che siamo una grande squadra che lotta per qualcosa di importante: e dobbiamo cercare di migliorare quanto fatto nelle passate stagioni.

Tante occasioni create ma un po’ di lentezza di manovra. Ci si può allenare a riguardo?
Ci sono vari aspetti. Noi possiamo fare sicuramente meglio, loro si erano messi a 6 dietro e giocando la palla più velocemente potevamo infilarli. Non era facile, il campo non era neanche al meglio.

Come puoi migliorare nel ruolo di terzino?
Stiamo lavorando tanto nella fase difensiva che con l’esperienza diventa sempre più facile, spero almeno. Mi ci sto mettendo con tutto me stesso, mi piace tantissimo e voglio sempre migliorare su questo punto anche perché ho tutta la squadra che mi supporta.

Un bene che arrivi subito la Juventus?
Non lo so, vedremo domenica. Sarà una bella partita, difficile ma che vogliamo portare a casa. Sappiamo che possiamo farlo e abbiamo le qualità per poter battere la Juve.