C’è scetticismo intorno al nome di Domenico Berardi. La “sassuolizzazione” della Roma non ha finora portato grandi benefici. Di Francesco – scrive Il Messaggero – è però convinto che Berardi sia il nome giusto, una certezza. Il tecnico sarebbe il primo a rimetterci in caso di insuccesso e non sarebbe quindi così deciso se non fosse sicuro che l’attaccante porterebbe un valore aggiunto alla squadra. Ad aumentare lo scetticismo c’è però il suo alto prezzo, 30 milioni, ritenuto troppo alto dalle parti di Trigoria.