Il Tornatora

El Shaarawy-Pastore, la Cina insiste ma è ancora no

di Redazione

China calling. Si può dire di no ai soldi di chi vuole comprarti a ogni costo? L’esempio della Roma sembra dire che sì, si può. Prima El Shaarawy, poi Pastore. Il Faraone sta tenendo duro al corteggiamento dello Shanghai Shenua, che pure è arrivato a offriere 40 milioni in tre anni al giocatore. Nel frattempo si lavoro al suo rinnovo: lo stipendio del calciatore verrà aumentato, facendo leva soprattutto sulla parte dei bonus. Sul Flaco hanno messo gli occhi altri due club della Super League cinese, ma la risposta è stata ugualmente negativa. L’argentino vuole rimettersi in gioco con Fonseca nel suo ruolo, quello di trequartista nel 4-2-3-1. Lo scrive il Corriere dello Sport.