El Shaarawy ad un gol dalla doppia cifra in campionato: obiettivo raggiunto solo nel 2012-2013, con il Milan. Schick, 5 reti su 5 all’Olimpico

di Alessio Nardo

Pagine Romaniste (Alessio Nardo) – Si parte con una vittoria. Esattamente come dieci anni fa, mister Claudio Ranieri debutta sulla panchina giallorossa battendo una formazione toscana, soffrendo e con il punteggio di 2-1. Nel 2009 cadde il Siena, all’Artemio Franchi, mentre stavolta è toccato all’Empoli di Iachini lasciare i 3 punti ai rivali. L’ultimo trionfo ranieriano con la Roma in Serie A risaliva al 20 gennaio 2011: 3-0 interno al Cagliari.

La squadra giallorossa, al netto delle ripetute difficoltà, si conferma quantomeno ispirata ed efficace fra le mura amiche. Quello di ieri è il 9° risultato utile di fila conseguito in casa, coppe comprese: 7 vittorie e 2 pareggi. In tutto sono 12 i successi interni ottenuti nell’arco di 18 gare complessive, oltre a 4 pari e 2 ko, per un totale di 46 reti all’attivo e 22 al passivo. Relativamente al campionato, prosegue la striscia di partite casalinghe con almeno un gol subito. Siamo ormai arrivati a 10: unico clean sheet col Frosinone, il 26 settembre scorso, vittoria per 4-0. Con i due sigilli di ieri, la Roma raggiunge quota 70 gol stagionali, 13 di questi realizzati nei primi 15’. 56, invece, le reti totali incassate: una ogni 60 minuti di gioco. Non certo impeccabile la “giocata” di Juan Jesus: per ritrovare un autogol romanista in Serie A dobbiamo tornare al 27 febbraio 2016. Autore, Ervin Zukanovic. Indovinate un po’? Proprio contro l’Empoli, ma al Castellani.

Sono Stephan El Shaarawy e Patrick Schick a regalare i primi sorrisi al nuovo mister. Il Faraone, a segno con un meraviglioso destro a giro da fuori area, si conferma il miglior bomber romanista in campionato con 9 centri all’attivo (+2 su Dzeko e Kolarov, fermi a quota 7). Mai l’ex milanista aveva segnato così tanto in maglia giallorossa in un singolo torneo (8 reti nel 2015-2016 e nel 2016-2017 e 7 nel 2017-2018). Con un ulteriore guizzo, il classe ’92 arriverebbe in doppia cifra in Serie A, cosa che gli è riuscita soltanto nel 2012-2013, ai tempi del Milan (16 gol complessivi). Schick va invece a bersaglio per la 5^ volta da inizio anno (3 in campionato e 2 in Coppa Italia). Particolarità? Il ceco ha colpito solo all’Olimpico. La sua ultima ed unica gioia esterna con la Roma risale al match con la Spal del 21 aprile 2018, vinto per 3-0. Grossa emozione, infine, per Zan Celar, classe 1999, al debutto assoluto nel calcio professionistico. Il baby sloveno è il 27° elemento della rosa utilizzato da inizio stagione.