Il Tornatora

Dzeko va, Schick ai box. Occhi su Kruse e Sarabia, è già futuro

di Redazione

La Roma e Dzeko sono destinati a separarsi a breve, tempo un paio di settimane, forse anche prima. Dipenderà dagli intrecci di mercato e dalle offerte che arriveranno a Trigoria, Inter in testa. Ma chi sarà il suo erede? Nella Capitale in molti si fanno questa domanda e forse anche il club stesso e, finché non si saprà chi sarà il nuovo allenatore, sarà difficile decifrare alcune situazioni ad iniziare da quella di Schick. Il ceco, arrivato nel 2017, era stato preso per fare lo “switch” col bosniaco: infatti la Roma aveva deciso di cedere Edin al Chelsea nel gennaio successivo. Schick, però, non ha mai convinto e c’è da capire se dargli fiducia puntando tutte le fiches su di lui o virare altrove. La Roma non può venderlo dovendo dare a febbraio un minimo garantito di 20 milioni di euro alla Samp o la metà di un’eventuale cessione. Più facile mandarlo in prestito. E’ stata seguita da vicina la situazione di Max Kruse che si sta svincolando dal Werder Brema mentre è quasi impossibile Zapata proprio per il costo del cartellino e perché e Bergamo lo vogliono tenere. Occhio a Sarabia del Siviglia. Lo scrive La Gazzetta dello Sport.