Pagine Romaniste (Alessio Nardo) – Buona la quartultima. La Roma regola il Chievo con un sonoro 4-1 e porta a casa 3 punti fondamentali in ottica Champions League, vista anche la contemporanea sconfitta dell’Inter di Spalletti a San Siro per mano della Juventus. Si tratta del 5° successo interno di fila contro i clivensi, che non fanno punti in casa dei giallorossi dal 7 maggio 2013: 0-1, gol di Thereau.

ALISSON, 2° RIGORE PARATO IN SERIE A – Quella di ieri, seppur corposa, non è la vittoria più larga mai ottenuta dalla Roma nei confronti casalinghi col Chievo. Spiccano infatti il 5-0 del 2001-2002 e il 4-0 del 2005-2006. Il 4-1 costa caro a Rolando Maran, sconfitto per la 4^ volta dai giallorossi e costretto ad assaporare l’amaro calice dell’esonero. Curiosità: il tecnico trentino fu ingaggiato dal club veneto proprio all’indomani di una sconfitta in casa della Roma (3-0, 18 ottobre 2014) che costò il posto ed Eugenio Corini. La formazione capitolina ritrova il piacere del gol, ben 11 siglati nelle ultime 4 gare ufficiali, ma si conferma paradossalmente più vulnerabile all’Olimpico. Solo un clean sheet negli ultimi 9 match interni disputati in campionato, il 3-0 al Toro del 9 marzo scorso. Alisson super anche dagli undici metri: 2° rigore parato in stagione sui 5 totali assegnati contro la squadra di Di Francesco.

RADJA E KOLAROV, SFIDA A SUON DI ASSIST – Il protagonista è ancora una volta lui: Edin Dzeko da Sarajevo. Numeri inevitabilmente da aggiornare. Sono 23 i gol stagionali del bosniaco, 16 in campionato. Ma soprattutto sale a 72 il bottino complessivo in quasi tre anni completi in maglia giallorossa (eguagliata la cifra raggiunta in 4 stagioni e mezza al Manchester City). Edin torna a segnare all’Olimpico in campionato dopo un digiuno pari a 367’: ultima rete al Benevento, l’11 febbraio scorso. Si sblocca anche Stephan El Shaarawy, a secco in gare interne addirittura dal 3-0 al Chelsea del 31 ottobre scorso. 9 i sigilli da inizio anno dell’italoegiziano: 7 in Serie A. 3, invece, gli acuti totali di Patrik Schick, di nuovo a segno dopo il guizzo di Ferrara con la Spal. Ottavo assist vincente, in occasione del 2-0 di Dzeko, per Aleksandar Kolarov. Solo Nainggolan (9) ne ha prodotti di più.