Il Tornatora

Dzeko mette fretta all’Inter. Higuain, la Roma ci prova

di Redazione

Si intrecciano e si sovrappongono il futuro di Dzeko, Higuain e Icardi. Tre attaccanti ritenuti degli ex, ma ancora in sala d’attesa e accomunati da uno stato d’animo irritato. La punta bosniaca, in particolare, si sta spazientendo per la prolungata operazione Inter-Roma, che ancora non vede la parola fine nonostante i numerosi contatti tra le parti. Il quadro non cambia: il ds Petrachi ha ribadito che Pallotta non si discosta dalla valutazione di 20 milioni, mentre i nerazzurri sono fermi ai 12 milioni più l’inserimento di un giovane da valutare. La riunione di oggi in Lega sarà l’occasione per un nuovo confronto tra i due ad Fienga e Marotta: il primo cercherà di ottenere una cifra più alta partendo dall’esigenza di Conte di avere presto il giocatore, il secondo invece punterà proprio sull’accordo raggiunto da mesi con Dzeko (triennale da 4,5 milioni di euro a stagione) per evitare di avvicinarsi ulteriormente alle cifre pretese dalla società giallorossa. L’attaccante trentatreenne seguirà le evoluzioni da Dubrovinck. Dal canto suo, l’offerta dei nerazzurri resta decisamente vantaggiosa, considerando la sua età e la vicina scadenza del contratto. Parallelamente, la Roma proseguirà i colloqui con la Juventus per Gonzalo Higuain. Tante le ipotesi sul tavolo per favorire il trasferimento dell’argentino. La prima porta ad un prestito oneroso con la spalmatura dell’ingaggio; la seconda ad una possibile buonuscita per il giocatore ancora sotto contratto con la Juve fino al 2021 (7,5 milioni a stagione), prima di una eventuale firma con la Roma. L’ex Napoli nel frattempo continua a ribadire il proprio pensiero: «I due anni di contratto saranno rispettati». Lo riporta Il Messaggero.