Roberto Mancini si è già calato nella nuova avventura. Nella giornata di ieri ha sbrigato tutte le pratiche e alle 21 ha messo la firma sul contratto che lo legherà alla nazionale italiana almeno fino all’Europeo del 2020. Oggi, racconta Il Corriere della Sera, il tecnico verrà presentato a Coverciano e dopo l’incontro con i media studierà la struttura. Tra una settimana esatta dovrà presentare la prima lista dei convocati in vista delle amichevoli con Svizzera, Albania, Francia e Olanda, tra fine maggio e gli inizi di giugno. Il neo ct guadagnerà poco meno di 2 milioni netti a stagione con opzione sino al Mondiale 2022 in Qatar che diventerà contratto vero e proprio nel momento in cui otterrà la qualificazione nel torneo continentale. Il suo vice Gregucci, il collaboratore tecnico Salsano e il preparatore dei portieri Battara lo seguiranno e assieme ad Andrea Pirlo dovrebbero comporre lo staff tecnico. Lele Oriali sarà il team manager. Malagò nel frattempo già lo promuove: Si è messo in discussione, rinunciando a due anni di contratto e riducendosi di molto il compenso. E io l’ho molto apprezzato.