Il Messaggero – DiBenedetto sceglie per il nuovo cda Andrea Gabrielle, esperto del web

di Redazione

La lista è completa. Anche l’ultimo nome – Andrea Gabrielle (italo-americano, proprietario della Nep Tune Web, società che si occupa di soluzioni tecnologiche per il web, con passato nella Utc, leader multinazionale americana) – è finalmente comparso nell’elenco presentato ieri dal consorzio statunitense che andrà a comporre il nuovo cda della società giallorossa (13 membri) da nominare nell’assemblea del 27 ottobre.
Composizione, quella del prossimo consiglio, che avrà 5 rappresentanti di Unicredit – Fiorentino, Cappelli, Mingrone, Marra e la new entry, l’avvocato Navarra – e 8 di parte americana: oltre a DiBenedetto (che vedrà ratificata nella prossima assemblea la nomina di presidente) ci sono gli altri soci Pallotta, Ruane e D’Amore, il legale Tacopina, l’amministratore delegato del club, Fenucci, e l’avvocato Baldissoni.
Oggi atterrano a Roma i manager Mark Pannes e Sean Barror (il web designer Shergul Arshad è invece arrivato nella capitale già sabato e ha assistito alla gara contro l’Atalanta) che nei prossimi due giorni saranno impegnati in una full immersion su merchandising e marketing con DiBenedetto. Poi il bostoniano mercoledì e giovedì sarà a Londra per il Leaders in Football: unico rappresentante di un club italiano al meeting annuale organizzato nella sede del Chelsea con il ministro dello sport britannico Roberts, il vice presidente dell’Arsenal, Gazidis, l’arbitro De Bleeckere e Cannavaro, per parlare di Fair Play Finanziario. Da Londra, DiBenedetto volerà direttamente negli Stati Uniti. E’ di nuovo atteso a Roma per il derby dove ci sarà il rientro tra i pali di Stekelenburg. In queste ore, la dirigenza giallorossa sta lavorando con la federazione olandese affinché il portiere – che ha risposto alla convocazione – dopo le visite mediche torni a Trigoria. Cosa che al momento non è affatto scontata.
Il Messaggero – Stefano Carina