Il Tornatora

Di Francesco: “Bicchiere mezzo pieno”

di Redazione

Corriere dello Sport (R.Maida) – C’è un fatto: la Roma torna dagli Stati Uniti imbattuta. Conta, è importante per una squadra che è appena nata e ancora non conosce i propri limiti. Aspettando Mahrez, Eusebio Di Francesco può essere soddisfatto anche del test contro la Juventus perché, al di là delle difficoltà che si sono manifestate in vari frangenti, i suoi giocatori hanno interpretato con personalità l’amichevole. E l’azione del pareggio, per come è venuta, ha ricordato molto i concetti di fase offensiva che piacciono al nuovo allenatore. In più, rispetto al test con il Tottenham, la Roma non ha perso mai contatto con l’avversario, non le ha mai scoperto il fianco.

OTTIMISMO – E pazienza per la sconfitta ai rigori dovuta a un solo errore giovanile, Tumminello al posto di Gerson, come a Detroit con il Psg. «Siamo partiti molto bene – spiega Di Francescopoi abbiamo abbassato il baricentro. Sul gol abbiamo commesso un errore di reparto, non singolo. Ci avevamo lavorato, evidentemente dobbiamo crescere. Il finale del primo tempo è stato negativo perché non giocavamo più in verticale. Meglio la ripresa sotto il profilo della manovra. Complessivamente sono soddisfatto perché siamo rimasti in partita». Bicchiere mezzo pieno? «Certamente. E’ da poco che lavoriamo insieme. Per capire i meccanismi ci vuole tempo. Non ci siamo mai disuniti e a un certo punto abbiamo cominciato a osare come voglio io. Questi sono gli aspetti più incoraggianti della serata. Ci dispiace non aver vinto, ci tenevo, però per ora siamo a posto così». Sui singoli dice: «Bruno Peres mi è piaciuto, è migliorato tanto nei movimenti difensivi, così come Gonalons che è entrato bene in partita e Fazio. De Rossi invece non stava benissimo, da lui vorrei di più. E davanti dico bravo a Dzeko». Anche stavolta Ünder ha dato una scossa alla partita: «Cerca sempre di far male agli avversari. Questo è positivo. Ma è presto per valutarlo. In questo caso è entrato nel momento in cui tutta la squadra stava cambiando atteggiamento». Manolas resta? «Vuole restare e noi vogliamo che resti. Lo ha detto anche Monchi».

GIGANTI – Gillette Stadium proprio Edin Dzeko è contento: «E’ stato un buon test, stiamo lavorando bene e torniamo con grande fiducia dalla tournée negli Stati Uniti. Sono convinto che faremo una grande stagione. Il gol? E’ sempre un piacere ma contano di più i progressi della Roma».