Derby, il piano sicurezza: rischio scontri tra ultrà

Il Messaggero (A.Marani) – L’Olimpico questa sera sarò deserto, i tifosi, però, saranno a Formello, da una parte e a Trigoria dall’altra. Difficile immaginare che lo zoccolo duro di entrambe le tifoserie manchi l’appuntamento per incoraggiare la propria squadra almeno in partenza dai centri sportivi alla volta dello stadio. Per questo l’attenzione è alta oggi per il rischio assembramenti di fronte alle due strutture. Senza abbassare la vigilanza, però, anche durante il percorso dei due pullman con a bordo le squadre o nelle zone rosse attorno all’Olimpico.

Più esplicito il messaggio lanciato dai laziali, più di basso profilo il movimento della tifoseria giallorossa. Gli Ultras Lazio hanno lanciato un appello all’adunata attraverso un comunicato ufficiale per oggi alle 16,30 presso il benzinaio Eni di Formello con un post scriptum: «Farò in modo che la faccia mia non sia più vista, noi pionieri della mascherina!». Senza proclami il mondo giallorosso, ma anche a Trigoria i tifosi potrebbero presentarsi più o meno in maniera massiccia per fare sentire la propria voce.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE

I più letti

CLASSIFICA SERIE A