Il Tornatora

De Rossi: «Provarci, un dovere»

di Redazione

 

Proprio come contro il Barcellona la Roma è chiamata all’impresa, ma stavolta in palio c’è la finalissima di Kiev. Proprio come al Camp Nou, riferisce il Corriere dello Sport, l’arbitro ci ha messo del suo, e i giallorosso con Dzeko e Perotti regalano 90 minuti da brividi per la gara di ritorno. Capitan De Rossi indica la strada: «Quello che abbiamo fatto nei quarti ci dice che non è impossibile. Abbiamo il dovere di provarci. Quello che è successo questa sera ci servirà da lezione per il ritorno. Speriamo il 2 maggio di regalare un risultato che sarebbe davvero clamoroso, ma non impossibile».