Il Tornatora

Da El Shaarawy fino a Zaniolo le risorse si tingono d’azzurro

di Redazione

La Roma fa il pieno allo stadio Spyros Louis di Atene. E’ l’Olimpico, insomma. Ma non è quello del Foro Italico. Eppure le facce sono quelle di casa nostra. Eccoli i 7 romanisti. Già 7, compreso Manolas, avversario della notte in cui l’Italia vuole prendere il largo vero Euro 2020. E chissà se diventeranno 8, perché nella nazionale di Anastasiadis gioca in porta Vlachodimos che qui reputano comunque il più bravo, aggiungendo che non è un caso vederlo protagonista all’estero. Nelle esercitazioni sul prato dell’olimpico sfilano anche Lorenzo Pellegrini, in ballottaggio per il ruolo di mezzala con Barella, Cristante e Zaniolo. E’ centrocampo giallorosso al completo. Emerson e Romagnoli li guardano e forse sente nostalgia di Trigoria. Ovviamente c’è El Shaarawy, il miglior realizzatore della rosa in quest’annata deprimente. E addirittura in porta vediamo Mirante che, subentrato a Olsen, è andato così bene da riuscire a prendersi in premio questa convocazione per le partite contro la Grecia e la Bosnia. Frattesi, invece, sta spopolando con l’Under 20 al mondiale in Polonia: gol pure al Mali, ieri. E con lui anche Luca Pellegrini. Rispettivamente sono all’Ascoli e al Cagliari, ma entrambi classe ‘99 meritano di rientrare a Trigoria. Lo scrive il quotidiano Il Messaggero.