Cristante, reinventarsi il futuro

di Redazione

In una città come Roma passare da miglior giovane del campionato a bidone il passo è breve e sene è reso conto Cristante. Al cambio di modulo, dal 4-3-3 al 4-2-3-1, è seguito anche un cambio di posizione per il centrocampista a causa della troppa concorrenza con Pellegrini, Pastore, Zaniolo e Coric. Come riporta il Corriere della Sera c’era bisogno di arretrare qualche metro e mettersi al fianco di Nzonzi. Così Cristante si è reinventato giocatore davanti alla difesa dove svolge un lavoro oscuro e sicuramente utile. Le sue recenti prestazioni non sono state prese come esempio da Mancini, che non lo ha convocato, ma sicuramente da Di Francesco che ha dichiarato: “Bryan è cresciuto nelle ultime due gare. Deve abituarsi a giocare mediano, cosa che non faceva l’anno scorso con Gasperini quando aveva più riferimenti in fase difensiva e migliorare nel gioco“.