Calvo: “Le dirette social degli atleti permettono di rivelare parti che non si conoscevano”

Il COO della Roma: "Le nuove tecnologie? Le ritengo utilissime. Ci siamo fatti prendere la mano di lanciare continuamente nuove tecnologie".

di Redazione

Il COO della Roma Francesco Calvo ha rilasciato delle dichiarazioni in una diretta Facebook di “Intervallo Lungo”. Tra gli argomenti trattati le partnership, le sponsorizzazioni e i coinvolgimenti per quanto riguarda social network ed e-sport. Ecco le sue parole:

Quanto nelle revenue l’asset atleta diventa importante da rivedere anche il modo in cui l’atleta entra nel club di diritto?

Gli atleti si sono disintermediati negli anni, hanno alle spalle staff diversi. Gli atleti sono asset indipendenti, le dirette social sono anche divertenti, fanno engagement e intrattenimento e permettono ai calciatori anche di rivelare parti che non si conoscevano.

Quanto è necessario dover cavalcare nuove tecnologie?

Le ritengo utilissime. Ci siamo fatti prendere la mano di lanciare continuamente nuove tecnologie. Abbiamo visto passare mille cose che poi nell’arco di due tre mesi spariscono. Bisogna comunque guardare alla lunga distanza.

Quanto il mondo degli E-sports può entrare tra gli asset della valorizzazione verso i partner e sponsor?

Io non ne so molto di e-sports. Ho sempre invitato alla calma, il calcio in questo tipo di sport è piccolissimo. Abbiamo squadre nostre che giocano bene, prima del lockdown avevano raggiunto buoni risultati. Alla fine dobbiamo cercare di fare ciò in cui abbiamo un valore aggiunto. C’è da dire che gli e-sport stanno diventando un fenomeno, perciò li monitoriamo e li presidiamo. C’è anche il terrore che gli adolescenti restino davanti agli schermi per troppo tempo.