Il Tornatora

Bruno Peres: “La Roma farà di tutto per spezzare l’egemonia della Juventus”

di Redazione

Bruno Peres, difensore della Roma, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Goal.com. Il Brasiliano ha parlato della lotta scudetto contro la Juventus e della sua esperienza nella Capitale. Queste le sue parole:

“La Juventus è molto forte, ma non così forte come negli ultimi anni. Ma continua a vincere, non è vero? Questo è un problema (ride, ndr). E’ una squadra molto forte e ha sempre una mentalità vincente. Una squadra che fa arrabbiare, come il Corinthians in Brasile. Tutti vogliono battere il Corinthians e provano rabbia nei suoi confronti. La Roma di oggi è una squadra con una grande mentalità vincente. La differenza di punti con la Juventus è ridotta (7 punti ndr) e li possiamo raggiungere. Certo, è molto difficile,  ma siamo in seconda posizione e in piena lotta per il titolo. Anche quando gioca male, la Juventus riesce a fare risultato. E’ incredibile. Loro hanno dominato negli ultimi anni, ma la Roma farà di tutto per spezzare la loro egemonia. Stiamo facendo molto bene e siamo in grado di raggiungere il 1° posto in classifica”.

A Roma c’è molta pressione?
“I nostri tifosi ci chiedono di battere Lazio e Juventus e conquistare lo Scudetto. Questo è tutto ciò che ci chiedono (ride, ndr). La Roma ha vinto l’ultimo Scudetto quasi 20 anni fa, la concorrenza è molto alta, ma anche la nostra fiducia lo è. Dobbiamo battere la Lazio, vincere con la Juventus, e fare di tutto per aggiudicarci il titolo. Bisogna conquistare dei titoli in questa stagione, altrimenti la situazione potrebbe diventare difficile (ride, ndr)“.

Come ti trovi a Roma?
“A Roma mi sento già a casa. L’adattamento in un grande club è difficile, soprattutto in Europa, ma sono riuscito a giocar bene e il mio rendimento è all’altezza delle mie qualità. Effettivamente mi aspettavo un po’ più di difficoltà, pensavo che ci volesse più tempo per adattarmi. Invece mi sono subito adattato allo stile di gioco della squadra e al club. Ora devo continuare a lavorare sodo e giocare grandi partite”.