Il Tornatora

Boniek: “Positivo che si giochino tutte le partite fino alla fine anche in Serie A. Le parole di Platini sul Mondiale? Nessun magheggio”

di Redazione

L’ex calciatore della Roma e presidente della federcalcio polacca, Zibi Boniek, ha parlato ai microfoni de La Signora in Giallorosso, in onda su Tele Radio Stereo. Queste le sue parole:

Anche in Italia adesso le partite si giocano fino a fine stagione…
Ho guardato Frosinone-Foggia, incredibile. Sembrava che il Frosinone facesse melina, sul 2-2 è successo un putiferio. Comunque è una cosa positiva, nel calcio gli accordi fuori campo non sono accettabili. Il calcio deve essere così.

E’ cambiata la mentalità del perdente…
Una volta con la Juventus ho vinto una partita all’ultima giornata a Cagliari 2-1, quando a loro bastava il pareggio per restare in Serie A e siamo rimasti 8 ore dallo spogliatoio aspettando la polizia.

Le parole di Platini sul Mondiale del ’98?
E’ una dichiarazione strana. La Francia era per forza nel primo girone, ma non vedo che torto avrebbero fatto per aver spinto il Brasile in finale. Ho chiamato Platini e ha detto che non è vero, è venuto fuori che giocando la Francia nel gruppo A e il Brasile nel gruppo C potevano incontrarsi solo in finale, ma non c’è stato alcun magheggio.