Alla Primavera basta un tempo per vincere

Corriere dello Sport (D. Cervellati) – E ora sotto con l’Atalanta ai playoff. Alla Primavera della Roma basta un autorevole primo tempo per sbarazzarsi del Bologna, condannato a giocare i playout salvezza contro la Lazio, e chiudere il campionato regolare al quarto posto.

L’editoriale di Costanzo: “Bello l’omaggio della Roma per Sordi. Mourinho farà bene”

I baby giallorossi vanno all’intervallo in vantaggio di tre reti, che diventano quattro già al primo minuto della ripresa, poi subiscono la reazione dei rossoblù che con Rabbi dimezzano lo svantaggio. Un sussulto d’orgoglio del bolognese: il risultato resterà invariato fino al triple fischio.

La lunga cavalcata nel segno di Batigol

L’approccio è perfetto, ma dobbiamo toglierci il vizio di abbassare il ritmo nel secondo tempo. È uno dei pochi punti deboli“, spiegherà a fine gara il 2002 polacco Nicola Zalewski, uno dei protagonisti insieme a Filippo Tripi (autore di una doppietta) del netto successo dei giovani romanisti. Quando la Roma rallenta, Rabbi di talento e d’orgoglio nel giro di due minuti, tra il 55′ e il 57′, prima firma il gol con uno splendido tiro da fuori area e poi trasforma il rigore, generoso, conquistato da Rocchi. La festa però è tutta giallorossa.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE

I più letti